Tavoli da gioco

Principali puntate 79377

Si pensa tutt'oggi che il nome del gioco, "Poker", possa derivare da: un gioco francese risalente alchiamato Poque; un antico gioco tedesco, detto Pochspiel; una parola indù, "pukka"; un termine criminale; "hocus pocus", terminologia usata in ambito della magia. Fatto sta che nell'antica Persia, poi successivamente in Europa in particolare in Francia venivano giocati giochi simili al Poker attuale, che combinavano elementi di bluffing e strategie tipiche del poker. Avanzando coi tempi ed arrivando nell', si iniziano ad avere i primi riferimenti all'attuale gioco di carte, soprattutto all'interno di un testo "An Exposure of the Arts and Miseries of Gambling"in cui il gioco di carte viene descritto come gioco della truffa che veniva giocato sui battelli del Missisippi. Questa "primordiale" versione del Poker veniva giocata con mazzi di 20 carte, e i giocatori scommettevano semplicemente su chi avesse la combinazione più alta in mano. Il mazzo di carte In Italia e in vari altri Paesi europei si è diffusa l'abitudine di giocare "alla francese", cioè con un mazzo ridotto in funzione al numero di giocatori. In Italia il Poker si gioca con 32 carte ossia vengono scartati i 2, 3, 4, 5, 6 e in 4 giocatori, oppure in 6 giocatori ripescando i 6. Una conseguenza diretta dell'adottare il mazzo ridotto è che il Full diventa più facilmente ottenibile del Colore, e infatti in Italia si gioca generalmente con l'anomalia del Colore che batte il Full, al contrario di quanto accade nel Texas Hold Em. Valori delle carte Nel Poker le carte hanno quest'ordine crescente di valore: 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, Fante, Donna, Re, Asso. Come calcolare i punteggi Nel Poker i punteggi delle singole mani vengono determinati dalle combinazioni di carte che si hanno in mano; vediamole in ordine crescente di valore, ricordando che in Italia, con mazzo ridotto, il Colore vale più del Full: Carta singola: è la più debole di tutte le mani di Poker e consiste in 5 carte spaiate.

Live Dealer

In generale, le schede segnapunti permettono di visualizzare le serie di baccarat e le tendenze di gioco, sia per il giocatore che per il bancone. Le vincite del giocatore o del banco e i pareggi sono su una colonna. Ogni volta che una parte vince, comincia una nuova pilastro. Quindi, se si verifica un pareggiamento, non si perde niente. Ogni biglietto segnapunti segna i risultati del divertimento utilizzando un modello diverso. Nello concreto, la differenza sta nel punto introduttivo e nei risultati segnati. Viene iniziata una nuova scheda segnapunti a ciascuno cambio del puntatore.

Leave a Reply

Your email address will not be published.*